Andid

Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti con il patrocinio del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università degli Studi di Firenze

Food contact!

Ogni cucina - domestica o professionale che sia - ha i suoi utensili, le sue padelle, le sue casseruole e le sue pentole per realizzare ricette di “successo”.

Le Aziende leader nel settore degli strumenti per la cottura, grazie all’innovazione tecnologica e all’eccezionale knowhow sviluppato nel corso degli anni, hanno infatti saputo modellare le loro offerte con soluzioni sempre più attuali ed evolute capaci di coniugare praticità d’uso con funzionalità, flessibilità, design e sicurezza.

La varietà di materiali, forme e dimensioni attualmente disponibili ci consentono così di poter disporre di strumenti appropriati a qualsiasi tecnica di cottura scelta e utilizzata.

Strumenti e metodi di cottura, opportunamente combinati, permettono infatti di poter “amalgamare” sapientemente saperi e sapori per dare vita ad un’alimentazione gustosa, sicura e salutare adatta a grandi e piccini.

La salute dei cittadini e la sicurezza degli alimenti - come l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e l’Unione Europea sottolineano con forza - rappresentano, infatti, una responsabilità condivisa, ovvero il prodotto di azioni e strategie sinergiche tra i diversi portatori di interesse coinvolti in un medesimo percorso.

Sappiamo bene, però, come i consumatori italiani - così come rilevato in molti sondaggi da Eurobarometro, il servizio di analisi dell'opinione pubblica della Commissione europea - siano osservatori attenti, interessati ma anche preoccupati per gli allarmi (e le smentite) che, periodicamente, nel corso degli ultimi anni, si sono alternati sui media relativamente alla sicurezza degli strumenti per la cottura degli alimenti.

A questo proposito, ci piace però ricordare come l’Unione Europea, avvalendosi della consulenza scientifica dell’European Food Safety Authority (EFSA) - un Organismo indipendente che lavora in stretta collaborazione con affermati e accreditati Enti di Ricerca e Istituti Scientifici degli stati Membri - grazie ad una legislazione tra le più approfondite e rigorose nel mondo sui materiali o gli oggetti destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari, si adoperi per tutelare la salute dei consumatori europei e la sicurezza del cibo.

La normativa sui MOCA (Materiali ed Oggetti destinati al Contatto con alimenti), che si pone trasversalmente rispetto alla normativa sulla sicurezza alimentare, è infatti costituita da oltre 350 atti legislativi in continua evoluzione che si sono succeduti nel corso degli anni fino ai più recenti Reg. (CE) n. 10/2011 della Commissione del 14/1/2011 (plastica) ed il DM 21/12/2010, n. 258 (acciai inossidabili).

Il principio alla base di tutti questi provvedimenti afferma chiaramente come i materiali o gli oggetti (es. utensili da cucina, posate, stoviglie, recipienti, imballaggi in plastica, gomma, carta, metallo ecc.) destinati a venire a contatto, direttamente o indirettamente, con agli alimenti, debbano essere prodotti conformemente alle buone pratiche di fabbricazione (Good Manufacturing Pratices - GMP) e, in condizioni d’impiego normale o prevedibile, essere sufficientemente inerti da escludere il trasferimento di sostanze ai prodotti alimentari in quantità tali da mettere in pericolo la salute umana o da comportare una modifica inaccettabile della composizione dei prodotti alimentari o un deterioramento delle loro caratteristiche.

La disponibilità di test di laboratorio affidabili effettuati in specifiche condizioni (tempo, temperatura, adeguato simulante, ecc.) consente inoltre ad Aziende produttrici e ad Organismi di Controllo di valutare accuratamente la possibilità di un trasferimento di sostanze dall’utensile all’alimento e l’eventuale natura della contaminazione e, laddove possibile, il riscontro della migrazione direttamente nell’alimento.

Con vero piacere presentiamo perciò questa Guida che, in modo semplice e sintetico, privilegiando un’informazione di carattere pratico, descrive le caratteristiche e le specificità dei materiali utilizzati per la realizzazione degli strumenti per la cottura, convinti che - come specificato anche nel Codice Deontologico ANDID - una “buona” informazione non contribuisca soltanto ad accrescere le conoscenze individuali ma vada anche nella direzione di supportare scelte individuali e collettive salutari.

A cura del Consiglio Direttivo ANDID

Guida alla scelta dei materiali per la cottura degli alimenti

Tutti i materiali descritti nella presente guida sono regolamentati dalle seguenti leggi, direttive e linee guida EFSA (European Food Safety) e COE (Council of Europe) scaricabili ai seguenti link:

EFSA COE Scarica il pdf della Guida